Il futurismo è un movimento artistico nato nel 1909 che non è sempre apprezzato e compreso dai più e quindi spesso la sua storia e in particolare ciò a cui ha dato vita, gli ambiti in cui si è inserito e le trasformazioni artistiche nate in conseguenza alla sua affermazione.
….CONTINUA

IL CIRCO FUTURISTA
I Futuristi ritenevano che l’unico spettacolo di teatro che era degno di essere considerato parte del loro pensiero artistico era il Circo. I futuristi avevano una grande passione per le esibizioni degli artisti circensi di cui erano immancabili spettatori e proprio da loro imparavano molte delle trovate e delle tecniche che poi utilizzavano quando organizzavano le loro serate. In particolare il circo rappresentava per una parte dei futuristi una nuova e vitale alternativa al teatro tradizionale principale bersaglio polemico del manifesto marinettiano de Il Teatro di Varietà.
Il Clown è una figura che si estranea dal mondo borghese e dalle sue regole di comportamento e quindi è adatto ad esprimere la ribellione nei confronti della realtà troppo seria e assoluta diventando un’ immagine di  poeta che utilizza il riso per contestare le norme codificate. Le avanguardie storiche hanno così unito in questa figura “il riso, il gioco e la distruzione” e, insieme, l’emarginazione che tale infrazione comporta.
l’arte non deve più essere uno spazio sacro per pochi eletti ma ne devono poter fruire anche le masse nel loro quotidiano, diventa strumento di cambiamento e di progresso a partire dagli oggetti più semplici.
Tanti ambiti, tanti linguaggi alcuni anche accattivanti e vicini alle masse come la moda, il design sportivo, gli arredi interni.