Con Claudia Bidoli, voce –  Fabio Basile, chitarra , Roberto Lanciai, sax baritono Enrico Terragnoli, banjo,
Il gruppo ha proposto un repertorio in cui si ritrovano sia il filone musicale askenazita (legato prevalentemente alla presenza ebraica nell´Est Europa e nei Balcani) sia quello sefardita (connesso con la millenaria storia degli ebrei nella penisola iberica), ripercorrendo la storia di una geografia culturale su cui, dalla Polonia agli Stati Uniti, sono state impresse tracce immortali. Incursioni nel repertorio di K. Weill e dell’Orchestra Vertical. Un atipico quartetto che affronta la forza evocativa e la vitalità di questa musica, in un originale omaggio alle due grandi tradizioni del genere.